Perche’ la gente crede ancora nell’oroscopo?

oroscopo
  

Quanti di noi, almeno una volta nella vita, non si sono divertiti a leggere un oroscopo, magari rilassati sotto l’ ombrellone? Ma attenzione a non farsi influenzare, visto che non ha nessuna valenza scientifica.

L’astrologia nasce millenni fa in Mesopotamia come arte divinatoria. Il progresso della scienza non ne  ha cancellato il fascino. Ancora oggi milioni di persone si affidano  sicuri alle sue presunte capacità profetiche, persino uomini  illustri, come Ronald Reagan. L’ex presidente Usa, infatti,  non prendeva mai un appuntamento senza aver consultato  prima la sua astrologa di fiducia.

Assurdo, a mio parere, è che  alcune aziende selezionino il personale controllando  prima i profili astrologici. A tal proposito risulta che anni fa un’azienda torinese avesse scartato una neo laureata dopo aver preso nota  del suo  segno zodiacale.

C’è chi il proprio segno zodiacale se lo tatua sul corpo.

Secondo uno studio, crediamo così tanto negli astri perchè abbiamo bisogno di definire in primis la nostra personalità e poi quella degli altri.

I BABILONESI, PADRI DELL’ ASTROLOGIA 

Millenni fa  I babilonesi furono i primi a credere che tra gli astri  e gli  eventi  terreni vi fosse una stretta corrispondenza. IL libro Enuma Anu Enlil è la prima antica testimonianza   d’interpretazione degli eventi celesti, suddivisi in quattro grandi categorie, ognuna legata a una divinità. Per gli uomini  antichi l‘universo era un  vero mistero e i fenomeni naturali erano temuti perché segni di oscuri presagi.

Quando l’ astrologia  si diffuse nel Mediterraneo nel terzo secolo a.C., i greci cominciarono a predire eventi e il destino alle persone guardando  le posizioni dei pianeti: cioè l’ oroscopo. Ancora oggi per l’astrologia la conformazione del cielo, cioè   la posizione di stelle e pianeti al  momento della nascita, può influenzare la nostra  vita.

GlI psicologi spiegano che  la possibilità di “conoscere” una persona attraverso le caratteristiche attribuite genericamente al suo segno, è molto rassicurante. Allo stesso leggere il proprio carattere tra le stelle sembra quasi un sistema scientifico e quindi attendibile. 

Perché crediamo che gli oroscopi ci indovinino?

Secondo gli psicologi è colpa della nostra mente che ci inganna interpretando e adattando  alla nostra situazione l’ oroscopo letto. Quindi dalla lettura di un oroscopo si coglierà solo ciò che si adatta alla situazione . Poi, inconsciamente, ci si  comporterà in modo da far avverare quel che è stato predetto. In  pratica è  il meccanismo con cui lo psicologo Richard Wiseman spiega anche la fortuna. Coloro che si sentono sfortunati si aspettano di essere trattati male dagli altri. Partendo già con tale predisposizione mentale, avranno un atteggiamento  scontroso verso gli altri,  attirandosi tutte le antipatie! 

Facebook Comments