Crea sito

Insalata di pasta : 5 errori piu’ comuni

insalata di pasta

L’ insalata di pasta è un piatto veloce da preparare , economico, fresco e gustoso da assaporare, specialmente nelle giornate estive , ma siete sicure di saperlo preparare  senza errori ?

Il tempo di cottura è fondamentale, la pasta non deve essere assolutamente scotta, altrimenti diventera’ come colla. E’ fondamentale che sia cotta al dente, un buon trucco è quello di scenderla un minuto prima rispetto al tempo di cottura indicato sulla confezione. Spesso capita che il tempo della confezione sia solo indicativo quindi assaggiare prima vi aiuterà, la consistenza quando la mordete deve esser tale da non essere croccante ma neanche molla.

Cuocere la pasta al dente è comunque una buona prassi, al di là dell’insalata. Infatti se al dente aumenta la capacità dell’organismo di assorbire gli amidi, mentre una pasta troppo cotta causa l’aumento del livello di insulina che alla fine ci fa anche ingrassare!

2. RAFFREDDARLA A TEMPERATURA

Non provate a raffreddare la pasta nel rubinetto, ne rovinereste il gusto! Scolatela nel lavandino, mettetela in una teglia ricoperta di carta forno, aggiungete un cucchiaio d’olio, amalgamate bene e poi lasciatela a raffreddare a temperatura ambiente per almeno un ora. In questo modo eviterete che si incolli ed inoltre manterrete intatto il gusto e l’aroma della pasta. A questo punto potete metterla in frigo ed aspettate che sia davvero fredda prima di cominciare a condirla. 

3. CONDIMENTI

A tavola l’occhio vuole la sua parte, i condimenti vanno dosati ed organizzati in modo da esser piacevoli sia alla vista che al gusto. Ricordate che si mangia prima con gli occhi! Gli ingredienti sono a vostra scelta, però riuscire a dare un tocco di colore darà di certo una marcia in più ai vostri piatti.

Ricetta 1:
Olive Nere, Pomodorini tipo datterino, Tonno al naturale, Pinoli tostati, Olive Greche Nere Mammut, Basilico, Mozzarella, Erba cipollina

Ricetta 2:
Pesto, Basilico, Mozzarella,  Olive Nere Cotte Al Forno

Ricetta 3:
Verdure grigliate a tocchetti,  Peperone Rosso a Strisce, Olive Nere, Erba Cipollina, Acciughe, Capperi, Asiago a dadini.

4. PREPARARLA LA MATTINA

Non preparate l’ insalata di pasta la sera prima e soprattutto conditela poco prima di servirla, altrimenti rischiate che gli ingredienti si amalgameranno rovinandone la consistenza. L’ideale è conservarla non condita in un contenitore ben sigillato, per poi mettere i condimenti un oretta prima di portarla a tavola, giusto il tempo necessario ai sapori per amalgamarsi tra di loro. Conservata preferibilmente in frigo a temperature inferiore ai 4 °C la pasta fredda dura per circa tre giorni, ma non deve essere esposta a grossi sbalzi termici, onde evitare la contaminazione batterica.

5. SERVIRLA FRESCA

L’insalata di pasta è da gustare fresca, che non significa fredda, per cui uscitela dal frigo poco prima di servirla.  La temperatura ambiente è ideale per conferire il massimo del gusto.

Facebook Comments