In gravidanza lo smalto alle unghie fa male?

smalto alle unghie

La gravidanza è un momento molto speciale di tutte noi donne, avviene qualcosa di magico nella nostra vita e nel nostro corpo. Siamo pervase di ormoni che ci fanno fare cose che normalmente non ci passerebbero neanche per la testa, a volte siamo vulnerabili , altre abbiamo tanto bisogno di sentire più amore. In generale questo è un momento molto delicato della nostra vita, che va affrontato con le giuste cautele per noi e per la vita che portiamo dentro.

Tinture per capelli

Ci sono alcune cose che in gravidanza sono tabù, perchè rischiano di far del male alla creatura che cresce dentro di noi. E’ giusto che una mamma continui a sentirsi  bella, perché esser incinta non vuol dire esser malata, anzi é uno stato di grazia.Dobbiamo continuare a prenderci cura di noi, sentirci donne, sane ed attraenti. La tinta per capelli per esempio può danneggiare il feto, per cui è bene evitare di farla. Molto spesso le tinture infatti contengono ammoniaca o resorcina, che sono delle sostanze bandite durante la gravidanza. Esse possono esser assorbite dal cuoio capelluto, attraversare il nostro organismo ed infine arrivare fino al bimbo. In realtà sarebbe bene evitare del tutto l’ammoniaca anche per le pulizie infatti può far danno anche se semplicemente respirata.

Esistono delle valide alternative del tutto biologiche per le tinture, che sono forse meno belle a vedersi, meno lucide, ma sicuramente molto più sane. Marche come la Loreal Paris hanno una linea specifica proprio per le donne in  gravidanza. Alcune utilizzano pigmentazioni totalmente biologiche e vegetali, come per esempio l’hennè.

Lo smalto per unghie

Anche gli smalti e le colle per ricostruzione delle unghie possono esser molto aggressive e contenere sostanze nocive per il feto. Durante la gravidanza avvengono molti cambiamenti fisici, che non interessano solo il corpo ma anche la pelle, i capelli e le unghie. Ognuna di noi ha una reazione diversa, chi si trova i capelli più grassi, chi più crespi, alcune li vedono ispessire, altre notano l’esatto opposto. La stessa cosa avviene per le unghie che possono ispessirsi o assottigliarsi.

Questa modifica causa una maggiore o minore permeabilità delle sostanze presenti negli smalti all’interno del nostro corpo. I prodotti non certificati possono contenere interferenti endocrini e sostanze tossiche differenti. Spesso contengono materiali di origine plastica, pensiamo solo all’odore particolarmente forte che alcuni di questi smalti hanno. Quanto odorano di chimico, di innaturale e potenzialmente nocivo. In questi anni si è parlato molto di TPHP (trifenilfosfato) e ftalati che sono stati utilizzati per aumentare la durata e la resa degli smalti anche da case certificate.

Quindi alla luce di ciò, cosa possiamo fare ? Noi donne vogliamo sentirci belle e chic anche col pancione, ed è assolutamente giusto che sia così.  Esistono sul mercato dei prodotti speciali che non contengono nessuna delle cinque sostanze chimiche dannose più usate negli smalti : Ftalati, Formaldeide, Toluene, Canfora, TSFR (resina di formaldeide). 

Questo tipo di prodotto ha una dicitura ben precisa: Big 5 free (che tradotto significa senza i 5 grandi). Quindi quando comprate uno smalto abbiate cura di chiedere alla commessa che sia di tipo “big 5 free”, è una piccola accortezza che prendiamo per amore della vita che portiamo dentro! Tutte le case più importanti hanno questo tipo di smalti nella loro linea, L’Oreal, Maybelline, Rimmel giusto per citare le prime che mi vengono in mente.

Un’altra piccola accortezza che potete sempre fare, in generale, è quella di assicurarsi che le vostre unghie siano sane e senza micosi. Che siate in gravidanza o meno se avete micosi, prima di tutto dovete cercare di curare l’unghia e debellare il fungo! Inoltre, mi raccomando sempre di applicare bene lo smalto senza uscirne dai bordi. Preferite sempre avvicinarvi quanto più possibile al bordo senza toccarlo che passare il colore sulla pelle.

Durante la manicure, poiché si usano smalti e solventi chimici, fate sempre arieggiare  la stanza.

Se siamo in procinto di partorire ricordiamoci di rimuovere lo smalto dalle dita delle mani e dei piedi. Il medico deve controllare il colorito naturale delle unghie.

La ricostruzione delle unghie

Per quanto riguarda la ricostruzione delle unghie in gravidanza è meglio lasciar perdere. Per le più vanitose sarà una gran rinuncia, ma ne vale la pena! I prodotti usati danneggiano le  unghie in un momento cruciale in cui potrebbero essere particolarmente fragili.

Non sottovalutate un altro aspetto e cioè la pulizia del centro estetico in cui siete andate. Il mancato rispetto delle norme igieniche potrebbe farvi correre inutili rischi d’infezioni.

 

 

Facebook Comments